Fino a che età posso utilizzare i miei ovuli nel trattamento di fecondazione in vitro?

Una donna nasce con tutti gli ovuli che avrà nella sua vita e questa riserva diminuisce nel tempo. Man mano che le donne invecchiano, la quantità e la qualità degli ovuli diminuiscono, influenzando la loro fertilità. Mentre una neonata ha una riserva ovarica di circa 1-2 milioni di ovuli, questo numero scende a 250.000-300.000 quando raggiunge il primo ciclo mestruale. La riserva continua a diminuire finché non viene esaurita dalla menopausa. Il tasso di declino della riserva ovarica diventa particolarmente evidente dopo i 37 anni.

Età e fertilità: fascia di età ideale per l'utilizzo degli ovociti nel trattamento della fecondazione in vitro

Non esiste un limite massimo di età per sottoporsi al trattamento di fecondazione in vitro, ma il limite massimo nella fecondazione in vitro è considerato la menopausa per le donne. La menopausa è la fine naturale del ciclo mestruale e della produzione di ovuli di una donna. Quando le donne entrano in menopausa con l’avanzare dell’età, diventa impossibile per loro concepire utilizzando gli ovuli.

La possibilità di utilizzare gli ovuli nel trattamento di fecondazione in vitro dipende da diversi fattori, principalmente dall’età, dalla riserva ovarica e dalla salute riproduttiva generale. Ecco una panoramica dettagliata per aiutarti a capire quando potresti essere in grado di utilizzare gli ovuli nel trattamento di fecondazione in vitro:

  • Sotto i 35 anni: le donne di età inferiore ai 35 anni hanno un’alta probabilità di successo utilizzando i propri ovuli nel trattamento di fecondazione in vitro. Il numero e la qualità degli ovociti sono generalmente più elevati in questa fascia di età, aumentando la probabilità di un esito positivo.
  • 35 – 40 anni: la fertilità diminuisce notevolmente dopo i 35 anni nelle donne, con un aumento del rischio di anomalie cromosomiche negli ovociti. Nonostante i tassi di successo ridotti della fecondazione in vitro in questa fascia di età, molte donne hanno ancora la possibilità di ottenere una gravidanza attraverso il trattamento.
  • 40 – 45 anni: anche se alcune donne intorno ai 40 anni possono ancora avere la possibilità di portare a termine una gravidanza utilizzando i propri ovociti, il processo spesso diventa più difficile e meno probabile. Se i test della riserva ovarica e la conta dei follicoli antrali (AFC) il 2° giorno delle mestruazioni indicano una capacità ovarica sufficiente, si può procedere al trattamento di fecondazione in vitro. I tassi di successo nella fecondazione in vitro diminuiscono in modo significativo quando le donne si avvicinano ai 45 anni a causa della diminuzione della quantità e della qualità degli ovociti, oltre a un aumento del rischio di anomalie cromosomiche negli ovociti. Le anomalie cromosomiche possono impedire uno sviluppo sano dell’embrione, portando a problemi come aborto spontaneo, difetti alla nascita o difficoltà nel raggiungere una gravidanza. Pertanto, quando si pianifica un trattamento di fecondazione in vitro per donne di età pari o superiore a 38 anni, è possibile utilizzare metodi come il test genetico preimpianto per l’aneuploidia (PGT-A) per valutare la salute cromosomica degli embrioni, aumentando così le possibilità di una gravidanza sana.
  •  45 anni e oltre: molte cliniche per la fertilità stabiliscono un limite massimo di circa 45 anni affinché le donne possano sottoporsi alla fecondazione in vitro utilizzando i propri ovuli. Oltre questa età, le possibilità di successo sono molto basse a causa della ridotta qualità degli ovociti e dell’alto rischio di anomalie genetiche. Pertanto, alle donne di età pari o superiore a 45 anni viene spesso consigliato di prendere in considerazione la fecondazione in vitro con donazione di ovuli poiché questa opzione aumenta significativamente le possibilità di gravidanza per le donne anziane utilizzando ovuli di donatori di alta qualità.
Quali sono i tassi di successo della fecondazione in vitro per le diverse categorie di età?

I tassi di successo della fecondazione in vitro tendono a diminuire con l’aumentare dell’età. Sebbene non esista un’età “ideale” definitiva per sottoporsi a trattamenti di fecondazione in vitro, il tasso di successo dei nati vivi per prelievo di ovuli varia in modo significativo in base alla fascia di età:

Fascia d’età Tasso di natalità in tempo reale
35 e sotto 52.5%
35 to 37 42%
38 to 40 28.4%
41 to 42 <15%
42 e superiori <5%

Fonte:https://www.sartcorsonline.com/rptCSR_PublicMultYear.aspx?ClinicPKID=0#live-birth-patient

È importante notare che le percentuali di successo possono essere influenzate da numerosi fattori, tra cui la salute generale, la qualità degli ovuli e dello sperma e problemi specifici di fertilità.

Per le donne sopra i 42 anni, la scelta di una donatrice di ovociti può aumentare significativamente le percentuali di successo, aumentando la probabilità di una gravidanza riuscita fino a quasi il 50%. La percentuale di successo della fecondazione in vitro con donazione di ovuli nel nostro ospedale arriva fino all’86%. Maggiori informazioni sulle nostre percentuali di successo possono essere trovate sul nostro sito web

Tasso di Successo

Fattori chiave che influenzano la vitalità delle uova

  • Riserva ovarica: si riferisce al numero e alla qualità degli ovociti rimasti nelle ovaie. Test come i livelli di ormone antimulleriano (AMH), i livelli di ormone follicolo-stimolante (FSH) e il conteggio dei follicoli antrali possono aiutare a valutare la riserva ovarica
  • Livelli ormonali: livelli ormonali come AMH, FSH ed estradiolo (E2) forniscono informazioni sulla tua salute riproduttiva e sulla probabilità di successo della fecondazione in vitro con gli ovociti.
  • Fattori genetici: le predisposizioni genetiche possono influenzare la qualità degli ovuli di una donna. Condizioni come la sindrome dell'X fragile, anomalie cromosomiche specifiche e mutazioni mitocondriali ereditarie possono influire sulla vitalità e sulla fertilità dell'uovo.
  • Salute generale: la salute generale, compresi i fattori legati allo stile di vita come l'indice di massa corporea, la dieta sana, l'esercizio fisico, il fumo, il consumo di alcol e lo stress, possono influire sulla qualità degli ovociti e sulla fertilità. Mantenere uno stile di vita sano è fondamentale per il successo riproduttivo.

Quando considerare le alternative

Se i test della riserva ovarica indicano una bassa qualità o quantità di ovuli o se hai avuto più cicli di fecondazione in vitro senza successo, il medico potrebbe consigliarti di prendere in considerazione alternative come:

  • Donazione di ovociti: l'utilizzo di ovociti di una donatrice più giovane e sana aumenta significativamente il tasso di successo della fecondazione in vitro. Questo programma, che utilizza ovociti donati, offre la possibilità alle donne che non riescono a concepire utilizzando i propri ovuli di rimanere incinte.
  • Donazione di embrioni: la donazione di embrioni è un'opzione terapeutica che può essere presa in considerazione dalle donne single che non possono sottoporsi alla fecondazione in vitro con i propri ovociti o dalle coppie che affrontano problemi di infertilità di entrambi i partner. In questa procedura, gli embrioni vengono creati utilizzando sia sperma che ovuli ottenuti da donatori. Questo approccio aiuta anche a prevenire la trasmissione di malattie genetiche alla generazione successiva.
  • FIV tandem: comporta l'utilizzo simultaneo sia dei propri ovociti che di quelli della donatrice, fornendo un piano di riserva nel caso in cui gli ovociti non diano luogo ad una gravidanza di successo.

La finestra per utilizzare gli ovuli nella fecondazione in vitro si restringe con l’età, in particolare dopo i 40 anni. Valutazioni regolari della fertilità e consultazioni con uno specialista della fertilità sono essenziali per determinare la migliore linea d’azione in base al tuo stato di salute e fertilità. Se hai più di 45 anni, alternative come la donazione di ovociti o l’adozione di embrioni possono offrire maggiori possibilità di ottenere una gravidanza di successo.

Medical Director and IVF Specialist, Dr. Serap Kağan

Hi, How Can We Help You?